11 maggio 2017 – Celebrazione del Vesak con Lama Gangchen Rinpoche e i rappresentanti del Forum delle Religioni

Il Vesak, che ricorda la nascita, l’illuminazione e il paranirvana del Buddha storico, rappresenta un momento ideale per riflettere sull’importanza della pace interiore come più solido fondamento per la pace nel mondo.

Proclamato giornata d’importanza mondiale dalle Nazioni Unite per il messaggio universale di pace e gioia che da secoli trasmette all’umanità, per il Kunpen Lama Gangchen è da anni un’ottima occasione per ospitare un incontro di preghiera con i rappresentanti del Forum delle Religioni.

Serata ad offerta libera.

Le Sei Paramita – Insegnamenti di Lama Michel Rinpoche

Nel sentiero del Grande Veicolo (sanscrito: Mahayana) l’addestramento spirituale dei praticanti è funzionale alla liberazione dalla propria e altrui sofferenza, con il fine ultimo di conseguire l’illuminazione a beneficio di tutti gli esseri. Con questa motivazione altruistica, definita Bodhicitta, gli aderenti al buddismo si impegnano ad attuare, nel corso dell’esistenza, il metodo delle Sei Perfezioni (sanscrito: Paramita); tali istruzioni furono insegnate, 2500 anni fa, da Buddha Shakyamuni e sono pervenute a noi tramite il lignaggio ininterrotto dei Maestri di Dharma e attraverso la diffusione e il commento dei Sutra (discorsi del Buddha).

Aderire alle Paramita consiste nell’attenersi a una serie di comportamenti virtuosi e nel contempo evitare le azioni cosiddette negative. In quest’ambito un’azione è considerata negativa quando danneggia gli esseri senzienti, senza nessun rapporto con le convenzioni sociali della cultura occidentale.

Con l’esercizio delle Sei Perfezioni, il discepolo buddista, edotto della legge di causa ed effetto e dell’interdipendenza dei fenomeni, purifica la mente dai fattori negativi disturbanti, causa di ogni sofferenza, e costruisce una solida base di “meriti” karmici che utilizzerà per proseguire sul Sentiero che conduce alla consapevolezza suprema, cioè al massimo accrescimento del potenziale umano.

Le sei attività considerate perfette, che vanno espletate con il corpo, la parola e la mente, e senza il fine di trarne una qualsiasi remunerazione, sono:

– la generosità

– l’etica

– la pazienza

– la perseveranza

– la concentrazione meditativa

– la saggezza

La generosità (sanscrito: Dāna) è indicata per prima in quanto costituisce il fondamento di qualsiasi azione illuminata; può essere materiale, ad esempio il donare cibo ad un essere affamato; può essere immateriale, e qui il campo si allarga a molti tipi di dono: della protezione, dell’amore, dell’insegnamento; infine il dono può essere anche immaginato (un tramonto, un oceano, un gioiello, etc..). Molto importanti sono le offerte, reali o immaginate, fatte con rispetto ai Tre Gioielli (Il Buddha, il Dharma e il Sangha) e al Guru (il Maestro). Nel buddismo i meriti derivanti dall’esercizio della generosità non sono proporzionalmente commisurati all’entità dell’offerta, si può infatti donare anche l’intero universo! Invece è importante l’attitudine altruistica nell’atto del donare, la mancanza di attaccamento e la relazione tra i mezzi del beneficiante e il valore del dono.

In sanscrito Śīla (pronuncia: Shila) indica la moralità, la virtù e la condotta eticamente appropriata di corpo, parola e mente; qui sono ricompresi i 5 precetti e le 10 azioni virtuose dell’etica buddista. Il campo di attuazione di Śīla implica l’abbandono degli atti negativi del corpo (ad esempio uccidere), della parola (mentire, parlare in modo sboccato, insultare, etc…) e della mente (desiderio smodato di guadagno, onori, piaceri, etc…).

Il termine Kṣanti significa pazienza, tolleranza, sopportazione, accettazione; il significato di Kṣanti è inteso diversamente dall’ambito del Cristianesimo, dove il fedele accetta per devozione quanto la regola canonica impone. Nel buddismo il praticante, estendendo la sua amorevolezza quanto più gli è possibile, crea le basi per abbattere l’emozione affliggente della rabbia, definita uno dei tre principali “veleni” della mente. Molti sono i mezzi “abili” utilizzabili per accrescere questa paramita, dall’immedesimarsi con coloro che ci procurano sofferenza al considerare come tutti gli esseri desiderino la felicità; dall’esercizio della compassione all’indagine sugli effetti della legge del karma e dell’impermanenza.

Vīrya: energia, diligenza, vigore, perseveranza. E’ l’impegno entusiastico (opposto all’apatia, allo scoraggiamento, alla pigrizia), che consiste in una diligenza gioiosa nell’applicare gli insegnamenti al fine di raggiungere la libertà interiore. Significa innanzitutto, usare energia e zelo, compiendo azioni positive (anzichè sciupare tempo in banali attività mondane) ; non stancarsi della pratica spirituale e non cadere nell’indifferenza che ce la fa rimandare di giorno in giorno; continuare con entusiasmo ad agire in modo positivo, senza la presunzione di ritenersi soddisfatti delle azioni virtuose già compiute; e, infine essere ottimisti sulla nostra capacità innata d’ottenere dei risultati positivi.

Concentrazione meditativa, contemplazione (in sanscrito: Dhyāna); è essenziale per rendere stabile la mente e progredire nel Sentiero, essere in grado di concentrarsi in maniera univoca su un oggetto o un tema prescelto.

Dhyāna è lo stato in cui la mente è mantenuta “ferma”, allontanando tutti i pensieri distraenti, le emozioni affliggenti, il torpore e l’eccitazione mentale. Vi sono molte tecniche di concentrazione meditativa: analitica, concentrativa (in tibetano: sciné, quiete mentale), tantrica. Per la scelta delle tecniche di meditazione più appropriate al proprio livello, è consigliabile affidarsi a un Maestro qualificato e autorizzato alla trasmissione del Dharma.

Conclude le Perfezioni, Prajña, la saggezza. Si tratta della consapevolezza discriminante o intelligenza discriminativa, che (allo stesso tempo) ispira e sorge dal compimento di tutte le perfezioni precedenti.Lo scopo essenziale della meditazione consiste nell’eliminazione dell’ignoranza, causa di tutte le nostre imperfezioni; ora, la saggezza è appunto l’opposto dell’ignoranza. La saggezza può essere: comune (quella che utilizziamo nella vita quotidiana); non comune (applicata a tutti gli aspetti del Dharma: l’impermanenza, la sofferenza, l’assenza di un ego e la vacuità dei fenomeni).

In conclusione, con le prime cinque Perfezioni si accumulano meriti e con la sesta si accumula conoscenza.

Le due accumulazioni sono le cause per ottenere un corpo umano pienamente qualificato, sviluppare la mente e diventare un essere completamente risvegliato, un Buddha.

Insegnamenti e meditazione Autoguarigione Tantrica NgalSo con Lama Michel Rinpoche

Lama Michel Rinpoche, maestro buddhista della tradizione NgalSo Ganden Nyengyu, è stato riconosciuto all’età di 8 anni come Tulku, reincarnazione di un maestro tibetano. Per dodici anni ha ricevuto la formazione tradizionale della pratica di filosofia buddhista tibetana presso l’Università Monastica di Sera Me, nel sud dell’India. Dal suo arrivo in Italia, nel 2004, tutti i mercoledì sera presso il Kunpen Lama Gangchen, condivide con noi questi preziosi insegnamenti e la pratica di Autoguarigione Tantrica NgalSo, trasmessa da Lama Gangchen Rinpoche.

Non si tratta di insegnamenti teorici di filosofia, ma di insegnamenti adattati alla nostra realtà quotidiana, che offrono una differente chiave di lettura della nostra vita e che sono in grado di far sorgere nel nostro cuore nuova pace e armonia. La serata si conclude con la meditazione di Autoguarigione Tantrica NgalSo, espressione moderna dell’antichissimo lignaggio Vajrayana di Buddha Shakyamuni, l’essenza degli insegnamenti di sutra, tantra, medicina e astrologia.

 

Visita di S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche

Visita di S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche

Siamo lieti e profondamente onorati di annunciare la visita di S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche, la reincarnazione di S.S. Kyabje Trijang Dorje Chang – Lobsang Yeshe Tenzin Gyatso (1900-1981) uno dei più importanti maestri buddisti del XX secolo, Maestro di S.S. Il XIV Dalai Lama e Guru Radice del nostro prezioso maestro Lama Gangchen Rinpoche.

E’ una grande fortuna che S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche ritorni dopo quattro anni in Italia, al nostro centro, e una volta ancora tocchi questa terra con i Suoi santi piedi per portarci le Sue benedizioni e condividerci la Sua saggezza.

Sua Santità sara accompagnato dalla Sua consorte KunsangLa e dal Suo prezioso figlio Dung Sey Ratna Gegyal.

Inoltre saremo benedetti dalla presenza della Sangha Monastica e di importanti Maestri come il Venerabile Gonsar Rinpoche, il Venerabile Rabten Rinpoche e il Venerabile Domo Geshe Chocktrul Rinpoche.

Sarà una preziosa opportunità per sviluppare il nostro cammino spirituale verso l’illuminazione tramite una maggiore presenza mentale (mindfulness) nella vita quotidiana.

Questo speciale evento sarà dedicato alla pacificazione dei conflitti che affliggono il pianeta e al superamento della crisi economica globale.

Quest’anno si celebrerà anche il ventesimo anniversario della prima visita di S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche al centro Kunpen Lama Gangchen avvenuta il 25 ottobre del 1996 a Milano.

PROGRAMMA

Albagnano Healing Meditation Centre

Venerdì 16 settembre – giorno di luna piena
ore 17:00 Cerimonia di benvenuto per S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche e Kunsang La.
In questa occasione di buon auspicio celebriamo la prima visita ad Albagnano del Suo prezioso figlio Dung Sey Ratna Gegyal.

Sabato 17 settembre
ore 7.30 – 9.30 Guru Puja e offerta dello Tsog*
ore 10:00 – 13:00 Insegnamenti di “Gaden Lha Gyema” Il Guru Yoga di Lama Tsongkhapa
ore 15:30 – 18:30 Insegnamenti su “Gli otto versi dell’addestramento mentale” di Langri Tangpa Dorje Senghe

A seguire, la benedizione di S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche del progetto della Saraswati NgalSo Orchestra con la proiezione del video del concerto in prima mondiale a Stresa.

Domenica 18 settembre
ore 7.30 – 9.30 Guru Puja e offerta dello Tsog*
ore 10:00-13:00 Insegnamenti su “I tre principali aspetti del Sentiero” di Lama Tsongkhapa
ore 15:30-18:30 Iniziazione di Chenresig Senge Drag – Avalokiteshvara Singhanada
ore 20.00 Cena e musica dal vivo offerta a S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rimpoche. Allieteranno la serata le United Peace Voices, la Trunkar-la jazz band, Yanchen Lhamo Peace Sound, e tutti i discepoli e amici.

Kunpen Lama Gangchen – Milano

Martedì 20 Settembre
ore 19:00-21:30 Iniziazione di Lunga Vita di Lama Tsongkhapa e benedizione del “Oceano di Mandala”.

Albagnano Healing Meditation Centre

Sabato 24 settembre
ore 7.30 – 9.30 Guru Puja e offerta dello Tsog*
ore 15:30 Grande Iniziazione Maha-Abisheka di Heruka Chakrasamvara dalle Cinque Divinità secondo la tradizione del Mahasiddha Gandapada

Domenica 25 settembre
ore 7.30 – 9.30 Guru Puja e offerta dello Tsog*
ore 15:30 – 20:00 Grande Iniziazione Maha-Abisheka del Mandala del Corpo di Heruka Chakrasamvara secondo la tradizione del Mahasiddha Gandapada

Lunedì 26 settembre
ore 9.30 – 13.00 Puja di Lunga Vita per S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rinpoche
13.00 Pranzo offerto

* S.S. Kyabje Trijang Chocktrul Rimpoche non sarà necessariamente presente

INFORMAZIONI UTILI

Modalità di pagamento eventi Albagnano e Milano

Registrazione online
Per motivi di organizzazione e di sicurezza tutti i partecipanti dovranno essere registrati.
Per agevolare le operazioni di registrazione, in considerazione della grande affluenza prevista, chiediamo di registrarvi anticipatamente con il sistema di prenotazione online messo a vostra disposizione.

http://kunpen.ngalso.org/news/trijang-rinpoche-in-italia-settembre-2016/

Contributo
Per la partecipazione all’evento vi richiediamo un contributo giornaliero pari a € 50,00 per aiutare a sostenere le spese necessarie per l’organizzazione.

Opzioni:
Per singola giornata – € 50,00
N. 1 week end (2 giorni) – € 85,00 (anziché € 100,00 – sconto 15%)
N. 2 week end (4 giorni) – € 150,00 (anziché € 200,00 – sconto 25%)
N. 2 week end + Milano (5 giorni) – € 175,00 (anziché € 250,00 – sconto 30%)

Per usufruire del contributo agevolato, la registrazione (online o presso la reception) dovrà essere effettuata entro il giorno 13 settembre p.v.

Vi preghiamo di prendere nota che i contributi vengono richiesti indipendentemente dal possesso dalla sarwadharma card.

Registrazione presso la reception
Coloro che non effettueranno la registrazione e pagamento online, sono cortesemente invitati a presentarsi con anticipo, rispetto all’orario di inizio degli eventi, onde evitare lunghe attese e facilitare il lavoro dei nostri volontari.

Vi ringraziamo fin d’ora per la collaborazione.

Pernottamento
Per la prenotazione presso il centro di Albagnano vi preghiamo di contattare la reception.


Di seguito vi riportiamo i riferimenti di alcuni Hotel della zona che potrete contattare direttamente e con i quali sono stati concordati prezzi agevolati.

Villa Rosy: hotelvillarosy@libero.it tel. +39 0323 587058

  • camera matrimoniale con colazione € 70
  • camera singola con colazione € 40

Hotel Moderno: info@hotelmoderno.biz tel. +39 0323 587014

  • camera doppia con colazione € 70
  • camera singola con colazione € 40

Hotel Premeno: info@premeno.com tel. +39 0323 587021

  • camera doppia con colazione € 85
  • camera singola con colazione € 47
  • tassa soggiorno euro 0,70 a persona al giorno

Trasporti pubblici per Albagnano

Accesso agli eventi
A tutti i partecipanti all’evento, verrà consegnato un badge di riconoscimento, senza il quale non si potrà accedere alla sala di meditazione.

Traduzione
Gli insegnamenti verranno tradotti in lingua italiana ed inglese.

Ingresso gratuito
L’ingresso sarà gratuito – previa registrazione presso la reception – per i Lama, Geshe, monaci, disabili e i minori di anni 16.


CONTATTI

Centro Kunpen Lama Gangchen Albagnano
Via Campo dell’Eva, 1
28813 Albagnano di Bée (VB) Italia
Tel +39 0323 569601 – Fax +39 0323 569921
infoalba@lgpt.net
Orario ufficio: tutti i giorni ore 9:30 – 13:00 e ore 14:30 – 17:30

Con l’augurio di incontrarci in occasione di questo importante appuntamento, restiamo a disposizione per qualsiasi vostra esigenza.

Tashi delek
La Direzione

Sinfonia di mantra per la pace diretta da Omer Meir Wellber – prima mondiale a Stresa – Magenta

Saraswati NgalSo Orchestra

Sinfonia di mantra per la pace

di Lama Gangchen e Carmen Iodice

Omer Wellber dirige la Raanana Symphonette Orchestra da Israele e coro polifonico italiano

Auditorium del Palazzo dei Congressi - Stresa  15 luglio 2016 ore 21

Teatro Lirico – Magenta 16 luglio 2016 ore 21

INGRESSO LIBERO fino a esaurimento posti

per prenotazioni, scrivere a: info.sn.orchestra@gmail.com

Le antiche melodie sacre tibetane insegnate da Lama Gangchen eseguite secondo i canoni della musica di stampo europeo dall’israeliana Raanana Symphonette Orchestra e da un coro polifonico italiano, diretti dal celebre M° Omer Meir Wellber

Ovunque sia giunto, il buddhismo è sempre entrato in relazione con la cultura locale, utilizzando le sonorità del luogo per rileggere e diffondere le musiche originali.

T.Y.S. Lama Gangchen Rinpoche, lama guaritore tibetano residente in Italia da oltre 30 anni, ha sempre incoraggiato i propri amici e discepoli a interpretare in chiave moderna le melodie monastiche tradizionali da lui trasmesse.

Nato da un’idea di Carmen Iodice, il progetto Saraswati NgalSo Orchestra riunisce musicisti e cantanti in un ensemble che reinterpreta ed esegue i mantra e le preghiere tibetane in chiave sinfonica moderna.

La Fondazione Lama Gangchen per una cultura di pace ha fatto suo il progetto con l’obiettivo di portare al mondo l’insegnamento di pace dello scienziato interiore Buddha Shakyamuni insieme con un messaggio di armonia tra le genti.

Sinfonia di mantra per la pace

Il concerto, in prima mondiale, sarà a ingresso libero fino a esaurimento posti (per prenotare; info.sn.orchestra@gmail.com), per una precisa scelta: in questo momento di crisi economica sia locale che nazionale, Franco Ceccarelli,  presidente della Fondazione,ha generosamente deciso regalare a tutti la possibilità di partecipare all’evento.

A questa notizia, Lama Gangchen ha composto una dedica speciale: “Possa il suono melodioso della “Sinfonia di mantra per la pace” essere di beneficio per tutti gli esseri viventi e per l’ambiente. Possa ognuno sperimentare armonia e gioia, ora e sempre, grazie all’attenzione di tutti gli esseri umani e alle benedizioni di tutti gli esseri santi”.

In sintonia con la sua storia millenaria, il buddhismo si esprime, con questa orchestra, attraverso le sonorità occidentali. Il lavoro di scrittura delle partiture musicali non modifica le strutture melodiche e ritmiche dei mantra e delle preghiere tradizionali ma le arrangia e adatta armonicamente secondo i canoni della musica sinfonica.

In questo spettacolo, per la prima volta, 20 coristi italiani e 40 orchestrali israeliani interpretano un repertorio tratto da antichi rituali tibetani, realizzando così uno straordinario scambio fra popoli e tradizioni diverse.

Il concerto verrà preceduto da una dedica per la pace interiore, nel mondo e con l’ambiente, recitata da Lama Gangchen e dai monaci tibetani.

I protagonisti

Omer Meir Wellber  è considerato uno dei più grandi talenti tra i giovani direttori d’orchestra. È spesso direttore ospite de La Fenice di Venezia e dell’Arena di Verona, oltre che della London Philharmonic Orchestra e dell`Orchestra RAI di Torino, solo per citarne alcune.

Dal 2009 è direttore stabile della Raanana Symphonette Orchestra, fondata nel 1991 per aiutare l’integrazione dei musicisti immigrati in Israele. Oltre a eseguire il repertorio classico, lirico e sinfonico, l’orchestra presenta opere musicali originali che uniscono la ricchezza della musica ebraica antica con la freschezza della musica israeliana contemporanea. Molti celebri artisti si sono esibiti con essa, tra cui Stevie Wonder, Ray Charles, The Manhattan Transfer, il Bolshoi Ballet di Mosca e il Royal Ballet di Londra.

Con il patrocinio di

  • Regione Piemonte
  • Provincia Verbano-Cusio-Ossola
  • Comune di Stresa
  • Associazione Italia Israele per la cultura e le arti
  • Fondazione Lama Gangchen per una cultura di pace
  • Kunpen Lama Gangchen
  • Albagnano Healing Meditation Centre
  • Help in Action onlus

Progetto Saraswati NgalSo Orchestra

Ideazione e coordinamento a cura di Carmen Iodice

Produzione esecutiva: Franco Ceccarelli

Segreteria di produzione: Roberta Passerini, Carlotta Segre

Grafica: Renata Reis, Renata Zincone

Immagine di Saraswati: Leonardo Ceglie

Fondazione Lama Gangchen per una cultura di pace – LGWPF

AHMCKunpen Lama Gangchen

Via Marco Polo, 13 – Milano – Via Campo dell’Eva, 5 – Albagnano di Bee (VB)

info.sn.orchestra@gmail.com – telefono: +39 334 9365399

Seguici su Facebook, clicca qui!

Scarica la locandina in PDF (1.7mb)

5 luglio 2016 – Festeggiamenti compleanni di Lama Gangchen Rinpoche e Lama Michel Rinpoche

Ore 17,00 Puja di lunga vita dedicata a Lama Gangchen Rinpoche e Lama Michel Rinpoche.

La serata proseguirà con un aperitivo offerto dal Sangha del Kunpen di Milano.

Pertanto invitiamo tutti coloro che intendessero offrire cibarie o piatti freddi di concordarsi preventivamente con la segreteria.

* * *

Affidarsi al  Maestro
In ogni momento il discepolo deve ricordare la gentilezza della propria guida, rispettarla ed avere fiducia.
Il Maestro deve essere sempre visto come un autentico Buddha. Ogni benedizione di un Maestro dipende moltissimo da come il discepolo lo vede, non solo da lui. Il Maestro è l’unico amico spirituale che ci può fare da tramite agli insegnamenti diretti del Buddha e renderli comprensibili alla nostra mente. Non solo, la sua saggezza può fare si di adattare questi insegnamenti in funzione delle caratteristiche mentali dei singoli discepoli in modo che questi ne possano beneficiare al massimo. Egli opera continuamente per il beneficio di tutti gli esseri senzienti.
Egli è l’unica persona che, prima tramite la logica e gradualmente tramite l’esperienza, ci può fare avvicinare al suo stato, e quindi allo stato di un Buddha, dimostrandoci che le nostre percezioni in questo momento non sono reali. Il Maestro in generale è addirittura più gentile di tutti i Buddha perché in questo momento è l’unico mezzo che abbiamo a disposizione per poter superare le nostre sofferenze. La sua gentilezza si manifesta come quella di una madre per il proprio figlio, insegnandoci il Dharma e dandoci i mezzi per trasformare la nostra mente in maniera positiva.

* * *

31 maggio 2016 – Celebrazione del Vesak con Lama Gangchen Rinpoche e i rappresentanti del Forum delle Religioni

Il Vesak, che ricorda la nascita, l’illuminazione e il paranirvana del Buddha storico, rappresenta un momento ideale per riflettere sull’importanza della pace interiore come più solido fondamento per la pace nel mondo.

Proclamato giornata d’importanza mondiale dalle Nazioni Unite per il messaggio universale di pace e gioia che da secoli trasmette all’umanità, per il Kunpen Lama Gangchen è da anni un’ottima occasione per ospitare un incontro di preghiera con i rappresentanti del Forum delle Religioni.

Serata ad offerta libera.

25 settembre – Esposizione delle Sacre Reliquie di Buddha Shakyamuni

 All’Art Design Box a Rho (via Achille Grandi n. 50)  per l’Esposizione  delle Sacre Reliquie di Buddha Shakyamuni.

Evento patrocinato dal Comune di Rho e in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Brera.

Durante l’evento si terrà una preghiera interreligiosa con i rappresentanti del Forum delle Religioni di Milano. 

Le sacre reliquie, fanno parte di una raccolta proveniente dai tre templi reali in Sri Lanka, sono state conservate per duemila anni dalla popolazione ed ora custodite nel monastero Zurich Buddhist Viharae della tradizione Theravada, in Svizzera.

Mostra di arte sacra tibetana • Costruzione del Mandala di Sabbia di pacificazione. Collezione privata di dipinti sacri “Thangka” degli artisti del monastero di Tashi Lunpo in Tibet.

Cerimonia di benedizione e meditazione guidata, dedicata alla pace interiore come più solido fondamento per la pace nel mondo.